Il malinconico ballo dell’orso



Progetto fotografico sull’ippodromo di San Siro, fatto a quattro mani (o meglio, a quattro occhi) con la fotografa Lisa Boccaccio.


Ballo dell’orso è un’espressione tipica della terminologia ippica, utilizzata per definire il dondolio assunto dalla testa di un cavallo quando questi è annoiato o in fase di scarsa attività.

È il parallelismo tra quella condizione e lo stato d’animo degli anziani giocatori del trotto a catalizzare l’attenzione in questo progetto fotografico realizzato all’interno dell’ippodromo di San Siro, a Milano.


In perenne trepidazione sugli spalti o con lo sguardo incollato agli schermi elettronici per seguire l’andamento delle gare, i pensionati inseguono un sogno fanciullesco, sospesi anche solo per poche ore in uno spazio senza tempo.

Un viaggio nel mondo dell’ippodromo, sempre più in decadimento a causa della mancanza di fondi necessari al mantenimento delle strutture, ma soprattutto nelle abitudini dei suoi frequentatori, le cui testimonianze in ricordo degli anni d’oro sono state raccolte attraverso una serie d’interviste.